If you only read the books that everyone else is reading, you can only think what everyone else is thinking.

Ultimamente sto leggendo davvero molto. Sarà che non ho molto da fare, specie quando sono a casa, così mi metto seduta nel letto e mi getto a capofitto nella lettura. Un libro di 200-300 riesco a leggerlo in 2-3 giorni massimo. Leggo molto velocemente per il fatto che ho un sacco di libri da leggere, ma soprattutto perché la lettura mi coinvolge appieno che non riesco a smettere di leggere (quasi).

Di recente ho letto “Pomodori verdi fritti alla Whistle Stop Café” di Fannie Flagg che desideravo leggere da (almeno) 4-5 anni. E così appena l’ho potuto comprare l’ho letto con una tale foga che in quattro giorni l’avevo già terminato. Peccato perché ho provato davvero una certa nolstagia a lasciare i fantastici personaggi descritti nel romanzo. Le lacrime chiaramente non sono mancante, in più mi sentivo come se avessi perso degli amici. Forse sarò esagerata, eppure è così che mi sono sentita.

Un altro libro che ho letto è stato “La domatrice” di Agatha Christie, scrittrice di fama internazionale appartenente al filone narrativo del “giallo”. Be’, questo libro è veramente uno dei migliore dell’autrice inglese. Coinvolgente, scorrevole, eccellente e pieno di suspence! L’ho adorato!

Ora sto leggendo “Due mesi dopo” sempre della Christie che credò terminerò domani o dopodomani al massimo. Sembrava pesante e lento inizialmente, ma via via che lo leggo mi sta sempre più conquistando. E brava Agatha, m’hai rapita ancora.

Credo che dopo aver finito “Due mesi dopo”, mi dedicherò alla lettura di “Immagini di cristallo” di Yasunari Kawabata perché leggendo la trama promette bene. Spero sia così, anche perché di recente mi sto seriamente appassionando alla letteratura nipponica, infatti voglio leggere diversi romanzi di diversi autori. Ecco una lista di libri giapponesi che voglio decisamente leggere:

  • “Confessioni di una maschera” di Yukio Mishima
  • “Il demone” di Junichiro Tanizaki
  • “Underground. Racconto a più voci dell’attentato alla metropolitana di Tokyo” di Haruki Murakami (questo è un saggio, non un romanzo, ma va bene comunque!)
  • “Norwegian Wood” di Haruki Murakami
  • “After Dark” di Haruki Murakami
  • “1Q84. Libri 1 e 2: Aprile-Settembre” di Haruki Murakami
  • “1Q84. Libro 3: Ottobre-Dicembre” di Haruki Murakami
  • “Dance dance dance” di Haruki Murakami
  • “Il paese delle nevi” di Yasunari Kawabata.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s