Failure.

Sono trascorsi ormai due mesi dall’ultima volta che ho aggiornato il blog ed è giunto il momento di farlo.

Dunque posso iniziare col dire che a breve riprendo lezioni all’università e in parte sono contenta di ciò così almeno riempirò un po’ le mie giornate insulse, anche se mi stuferò subito di prendervi parte, ma vabbé ci penserò in seguito. Mercoledì scorso ho ridato un esame che non avevo passato a giugno e so che il risultato è già uscito, ma ho paura ad aprire la casella e-mail e vedere che non l’ho passato. Un altro fallimento. Ottimo.

Riguardo la situazione complicata che dire? E’ tutto finito, anche lui come i suoi precedenti mi ha abbandonata, lasciata totalmente a me stessa. E la solita vecchia merda è ancora lì, statica, immutata. Pensavo che questa volta andasse sul serio. Certo c’era qualcosa che mi preoccupava come ad esempio il fatto che non mi scriveva, ma nemmeno io l’ho mai fatto. Ma il resto pensavo davvero che andasse per il verso giusto! Insomma abbiamo sempre parlato parecchio e anche il fatto che mi abbia sempre compreso pensavo fosse indice di un autentico interesse, invece ho sbagliato ancora. A fine luglio ho appreso che la sua ex, quella che lui reputava quella fatta per lui gli ha messo le corna due volte. Wow, cazzo eravate davvero fatti l’uno per l’altra! Inoltre ha detto che ha incontrato solo stronze, peccato che quando gli capiti davanti una non-stronza lui l’allontani ferendola. Io posso comprendere che lui abbia sofferto per le sue storie passate, ma non può eclissarsi in questo modo, non può sempre allontare tutti quelli che cercano di stargli accanto. Penso inoltre che abbia seri problemi, il fatto che beva così tanto non è certo indice di benessere ed equilibrio emotivo, e io lo so bene visto che ho forti problemi emotivi come ad esempio il BPD. Ma lasciamo stare. So che la prossima volta che lo vedrò, lui mi eviterà nonostante lui abbia detto che non lo farà. Peccato che io sia dipendente da un pensiero diffidente e quindi non posso credergli, anche perché già m’ha ferita. Nonostante lui m’abbia detto che non è innamorato di me, che non vuole una storia, che non sente nessun legame, nonostante tutto ciò, io gli ho detto che voglio farlo con lui. So bene che ciò mi porterà ancora più al limite, so che mi distruggerà ancora di più, ma desidero farlo solo con lui, è per lui che provo sentimenti intensi, non per altri. In lui avevo trovato una persona in grado di comprendermi, con interessi compatibili coi miei, che quando gli raccontavo dei miei problemi, dei miei episodi drammatici, lui non se n’è andato, no, è stato ad ascoltarmi e a consolarmi, quando praticamente nessuno l’ha mai fatto. Mi sono sentita compresa e considerata come mai mi era capitato. Era tutto tremendamente autentico ed io potevo quindi esternare il mio vero io e la mia personalità malata. Non riuscivo a crederci quando m’ha detto che doveva finire tra noi, la persona che più m’aveva capita, m’ha frantumata. Peccato che io ora sia totalmente intrappolata e non v’è possibilità di uscirne. Lui a me non pensa, io a lui ci penso praticamente sempre. Penso al perché sia ferita, penso che io per lui sia stata solo l’oggetto con cui poteva giocare fin quando ne aveva voglia e sbarazzarsene appena si sarebbe stancato, penso che tutti lo elogiano e che nessuno invece abbia davvero capito come sia e forse nemmeno lui, e nemmeno io ho un’idea definita di quello che ha dentro.

I miei sbalzi d’umore ormai sono all’ordine del giorno e gli incubi all’ordine della notte. Dormo malissimo, faccio incubi in cui mi sento compressa, in cui vedo auto venirmi addosso e schiacciarmi, riducendomi in poltiglia. Penso siano dovuti al mio stato cronico di ansia e stress.  Cambio umore non so quante volte, passo da stati emotivi positivi a quelli negativi, poi di nuovo si trasformano in positivi e poi nuovamente in negativi, e via così. Vorrei assumere degli psicofarmaci, ma l’unico che può prescrivermi è lo psichiatra e io non posso andarci, anche se vorrei e ne avrei bisogno. Ho un estremo bisogno infatti di essere ascoltata sul serio, dandomi pareri sinceri. Perché la vedo la gente con cui parlo dei miei problemi come fa: m’ascolta per un po’ e poi si vede che vuole che io smetta di parlare, perché non sono interessati ai miei disagi, non ne vogliono sapere di aiutarmi, sono indifferenti. Sono tanto stanca e da un po’ di tempo a sta parte ho iniziato a sentire sintomi di dissociazione. Ieri stavo guidando e ad un certo punto non percepivo più il mio corpo, mi sentivo incredibilmente leggera, mi pareva di non essere alla guida, mi sentivo immersa in un’oscurità totale. Non so cosa sia successo, ma questo è stato quello che ho provato. Nessuno capisce il disturbo di personalità borderline, purtroppo.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s