Hello my name is: emotionally unstable.

Ultimamente i miei sbalzi d’umore stanno peggiorando. Cambio mille umori nel corso di una sola giornata. Mi sveglio angosciata, triste, depressa, con ideazioni suicidarie. Arrivò in facoltà in collera, incazzosa con tutto e tutti, con chiunque, anche con chi non conosco affatto. Passa ancora un po’ di tempo e divento euforica, per poi entrare ancora in stati d’ansia e di depressione per tornare ancora euforica e finire con l’andare a dormire in ansia e di nuovo in depressione avendo centomila pensieri in testa, la maggior parte concentrata su di lui. Non ce la faccio più. Non riesco a vivere. Invidio chi ce l’ha fa. L’altro giorno ho scoperto che pure il mio ex si è trovato una nuova ragazza, perfino quel coglione pieno di sè. Meno male che tutti mi dicevano frasi fatte del cazzo come “ma chi vuoi che si trovi quello lì?” “ma l’hai visto?” “ma chi lo vuole?” eccetera. Invece come volevasi dimostrare, come sempre ho sostenuto, alla fine, si è innamorato di nuova ragazza, di una ragazza che non sono io. Ma non voglio parlare di quello stronzo. Mi ha trattata di merda, ferendomi, facendomi perdere totalmente la dignità. E inoltre mi ha riportato ad avere nuovi episodi di autolesionismo e a tentare (ancora) il suicidio. Comunque anche lui fa parte di quelle persone a cui non frega un emerito cazzo di me, fa parte di quelle persone che non soffrono di disturbi di nessun tipo, fa parte di quelle persone che sono felici. Un giorno o l’altro comunque mi vendicherò. Gli riverserò addosso tutto il mio odio, il mio rancore, la mia ira che provo nei suoi confronti. E l’ultima volta che l’ho visto (quando cioè quell’altro coglione mi ha detto che era ora di finirla) mi continuava a guardare. Lui, con le sue occhiate che mi gettava addosso non faceva che provocarmi, che accendere la fiamma di collera che arde dentro di me. Eppure non ho fatto niente. Non l’ho attaccato come volevo fare. Perché? Perché ero in fase depressiva a causa di quell’altro. Ad ogni modo, prima o poi, appena mi si presenterà l’occasione adatta la mia vendetta avverrà. Io non passo sopra niente e nessuno.

E’ proprio vero, vivo le emozioni in modo differente rispetto ai più. Quando vengo lasciata, abbandonata, soffro, soffro continuamente, è un tormento, non si placa e così trascorrono le ore, i giorni, le settimane, i mesi, gli anni e io ancora soffro, sto male. Le persone che mi sono “accanto” invece, se vengono lasciate stanno male quelle ore, quei giorni, ma poi riacquistano la forza di andare avanti, l’entusiasmo di vivere la vita, di stare bene. Io non ci riesco. Ogni volta che vivo circa bene, puntualmente questo benessere viene abbattuto dagli eventi, dalle persone, da me stessa. E io muoio dentro sempre più. Poi, ultimamente vivo costanti episodi dissociativi transitori. Mi sembra di essere irreale, di visionare un film sulla mia misera vita, non so chi sono, non so cosa voglio diventare, non so qual è il mio scopo, non so perché esisto, non mi riconosco. A volte mi credo superiore a tutti, che sono iper-intelligente, iper-bella, e poi crollo, e mi valuto negativamente, dicendo che faccio schifo, che sono un mostro, che sono un peso, che non merito di vivere e bla bla bla.  So di avere dei disturbi, dei disordini, dei problemi. Vorrei parlare con uno specialista, desidero essere aiutata e compresa. Ma sono una poraccia e non possono permettermi la visita dallo psichiatra.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s