Sickness.

Sto vivendo delle giornate tremende. L’altro giorno tornando dalla libreria, dopo aver speso oltremisura un fottìo di soldi (non so darmi un contegno, sono una spendacciona), sentivo la gola secca e arida e pensavo fosse dovuto al fatto che non avevo toccato una goccia d’acqua in tutto il giorno, così poi in stazione ho comprato una bottiglietta di Coca-Cola, ma neanche bevendo la cosa si è risolta. Alla sera ha iniziato a bruciarmi proprio, così davanti allo specchio ho constatato che era parecchia infiammata! Così mi sono messa a cercare di ingoiare miele, ma non è servito a un cazzo. La mattina seguente mi sono svegliata con un leggero raffreddore, che alla sera si è notelvolmente amplificato. Ho iniziato a farmi di aspirina in granuli. Cazzo è fantastica, sa di Coca-Cola! E’ buonissima! Se mia mamma scoprisse che ho preso quattro aspirine in un giorno, si incazzerebbe a bestia (i miei genitori fanno parte della categoria di persone che odia i farmaci, apparte quando sono di vitale importanza). Prima le ho detto di averne presa una e ha iniziato a dirmi che provocano le ulcere allo stomaco e via discorrendo. Non m’interessa, sarei disposta a prendere qualsiasi cosa pur di farmi passare ‘sto cazzo di raffreddore. Come se non bastasse, poi, martedì ho la prima parte dell’esame di Letteratura e cultura inglese I e sono messa da schifo (devo ancora finire di leggere i libri e in più non ho idea su come si debbano formulare le domande critiche, bene proprio). Comunque ultimamente mi sta venendo davvero la passione per i farmaci, non faccio altro che leggere informazioni al riguardo, specie sugli psicofarmaci. Mi intriga un sacco il fatto che esistano medicine che ti rendono felice e che non sono illegali!  Inoltre siccome i miei ricettori della serotonina sono andati a puttane, mi farebbe proprio comodo prendere qualche psicofarmaco. Ho letto che per la distimia che io ho assieme al disturbo border, gli psicofarmaci più impiegati sono quelli che contengono uno SSRI chiamato paroxetina. Magari riuscirebbe a controllare i miei sbalzi d’umore.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s