Derealization/Depersonalization episodes.

Quello che credevo essere solo una sensazione momentanea, si è rilevata essere una componente constante della mia vita. Ho letto che capita a tutti di sperimentare episodi dissociativi transitori nel corso della propria esistenza e sono anche normali, ma quando iniziano a succedere parecchie volte allora c’è effettivamente qualcosa che non va. Soffrendo di disturbo di personalità borderline, m’appartiene anche questo disturbo che si manifesta soprattutto quando sono sotto stress. Ad ogni modo sono due i disturbi dissociativi che provo, talvolta anche contemporaneamente e sono: depersonalizzazione e derealizzazione. Nonostante siano difficili da spiegare ci provo. Con la depersonalizzazione sono estranea al mio corpo, non sono in grado di percepirlo come tale, sono inoltre scissa in due parti, una che osserva le azioni dell’altra. La convinzione di star vedendo un film su di me è totale e non lascia spazio all’idea che non sia affatto così. Le emozioni sono distanti e non legate alla mia persona. Ogni cosa poi mi appare totalmente irreale e lontana da me. E’ come se fossi fuori dal corpo e vedessi tutto quello che fa. Non è per niente bello da vivere, soprattutto quando ti senti così vuoto che sai che se proverai a toccare il tuo corpo non percepirai nulla perché esso è inesistente e incorporeo. Con la derealizzazione percepisco gli ambienti, le persone conosciute come estranee, non sono assolutamente in grado di riconoscerle, come se non le avessi mai incontrate, ne tantomeno conosciute. Ora che ho spiegato più o meno cosa si prova, cercherò di raccontare due episodi significativi dissociativi. Il primo è accaduto una sera mentre stavo guidando. Le strade erano assolutamente vuote ed ero sola in macchina, non c’era nessuno accanto a me. Ad un certo punto dal nulla, ho iniziato a sentirmi estranea rispetto al mio corpo come se non appartenessi a quelle membra. Mi sentivo davvero lontana e distaccata. Non ero in grado di provare emozioni, sentivo solo una gran paura, dovuta al fatto che non capivo cosa stava succedendo. Inoltre riuscivo a vedermi fuori dal corpo, vedevo me stessa che guardava attraverso il parabrezza dell’auto, come se fossi stata seduta là per tutto il tempo e avessi osservato me stessa intenta a guidare. Sembrava durasse in eterno, invece come s’è presentata è anche svanita. Un altro episodio invece è accaduto più recentemente. Ero sul tram che avevo preso per recarmi all’università quando d’improvviso ho iniziato a percepire il mio addome incorporeo e vuoto tanté che non ero in grado di appoggiarvi sopra una mano, poiché sapevo che esso non aveva alcuna consistenza. Ero talmente terrificata che stavo immobile per la gran paura di scomparire totalmente.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s