Fog.

Ho ritrovato una mia composizione che scrissi quasi quattro anni fa. Già allora il mio dolore era pesante, era costante. Questa poesia parla della sottoscritta che è avvolta dalla solitudine, ed ogni cosa che mi circonda nel bosco in cui mi trovo mi ricorda il mio ragazzo che m’aveva lasciata poco tempo prima e di come poi, non sappia liberarmi dalla sofferenza enorme che provo e decido di suicidarmi. Praticamente in quasi quattro anni non è cambianto niente.

Foschia

Mi ritrovo a camminare nella foschia,                                                      non so bene il perchè.

Il sottobosco è ormai ricopertodalle foglie secche

d’un autunno che non dovrebbe sapere di te.

Davanti a me vedo solo qualche sagoma

d’alberi, sfocati da questa nebbia pesante.

Penso di sedermi qui,

in questo posto che non mi appartiene.

Nessuno mi vedrà,

nessuno s’accorgerà della mia

assenza.

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s