-7 | I love him, but he hates me.

Oggi è stata una giornata estenuante. Stamattina ero talmente vuota e assonata che sarei voluta davvero crollare su quel banco e sprofondare in un sonno eterno, dal momento che anche la notte scorsa l’ho passata in bianco. Poi uscendo dalla facoltà l’ho visto, ma non mi ha minimamente guardata, i suoi meravigliosi occhi scuri non hanno mai incontrato quelli i miei, vacui e pieni di rabbia, depressione, delusione nel vederlo lì, circondato da ragazze perfette, magre, senza disfunzioni emozionali, senza pateticità cucita addosso a mo’ di vestito. Nonostante io continuassi a osservarlo in tutta la sua stupenda bellezza, lui non si è mai voltata, mi ha evitata in tutti i modi a lui possibili. Poi mi sono un poco ripresa nell’andare a lezione con delle mie compagne universitarie che mi hanno distratta dalle mie fissazione, seppur involotariamente. Poi però nel viaggio verso casa sono crollata definitivamente, non facevo che pensare a lui, i ricordi sanno come emergere e tartassarmi. Le mie “amiche” mi ripetono che è brutto, che dovrei cercarmene un altro e frasi così, ma a me che m’importa? Per me lui incarna la bellezza, ai miei occhi lui è splendido, e comunque nonostante abbia avuto in questi cinque anni altri due ragazzi, non hanno cancellato l’amore che provo per lui. Hanno decisamente fallito. Ad ogni modo anche oggi gli sbalzi d’umore non mi hanno abbandonata nemmeno per un attimo. Non ce la faccio più.

Mancano sette giorni a quella giornata di merda.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s