I searched you, but I didn’t find you.

Venerdì e sabato t’ho cercato assiduamente. V’era folla, e io, in quella folla, cercavo te. Non facevo altro che guardarmi intorno, sperando di notarti e sperando che tu notassi me. In vano; tu non c’eri. Non sei mai arrivato e io mi sono sentita così triste e amareggiata. Sai, in ogni posto che vado, ho sempre questa dannata e inrealizzabile speranza nel cuore che vuole vederti e sapere che respiri il mio stesso ossigeno perché sei lì, vicinissimo a me. Ma ultimamente non sto avendo molta fortuna. Sono già trascorsi quasi 15 giorni dall’ultima volta che ti ho visto e mi ritrovo qui, a spuntare le date sul calendario chiedendomi quando ti rivedrò, se mi fisserai ancora e se mi rivolgerai la parola. Ti sto aspettando con gli occhi gonfi dal troppo pianto, con il cuore in gola per l’impazienza e un’ansia addosso che non t’immagini. Mi sembro una ragazzina di 14 anni a fare i conti con la sua prima sbandata. Peccato che la mia non sia affatto un amore adolescienziale, ma un sentimento decisamente più elevato e profondo.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s